MARTINI. Un re per palati da intenditori

Cocktail dal gusto deciso, il Martini è apparentemente semplice da preparare. In realtà è un banco di prova per chi lo prepara e per colui che lo sorseggia.

 

La purezza è roba da intenditori

Oggi sono pronto per introdurre il Martini Dry, o anche semplicemente cocktail Martini, quello che viene definito il re degli aperitivi. Infatti valutandone l’esecuzione da parte del barman, se ne può intuire il tocco e la sensibilità professionale.

martini

Allo stesso modo, chi lo ordina ed è in grado di apprezzarne la purezza, può considerarsi un buon estimatore, in quanto la forte gradazione e il sapore forte necessitano di un gusto evoluto.

Come di solito accade, le versione riguardo l’origine di questo cocktail sono le più varie, ma più accreditata è quella che parla di Mr. Martini un barman di origini liguri emigrato negli USA, che elaborò il drink omonimo ai primi del secolo scorso in onore di John Rockfeller, assiduo frequentatore del suo locale.

Preparazione del Martini

La preparazione di questo drink ha numerose varianti. In base alla dose di Vermut versata può essere dolce, Dry o Extra Dry. Non va shakerato altrimenti il ghiaccio allungherebbe il drink, abbassando il tasso alcolico, che in questo caso è importante.

Le olive della decorazione vanno servite a parte, oppure risciaquate, altrimenti otterresti la versione Dirty Martini. Se usi una cipollina invece dell’oliva ti ritrovi un cocktail Gibson.

martini e james bond
Se aggiungi un filo di vodka e come vermut scegli il Lillet Blanc, ricordati allora che il tuo drink “va agitato, non mescolato”. Proprio così, otteresti il famoso Vesper Martini, il cocktail di James Bond, apparso per la prima volta in Casinò Royale e dedicato alla bondgirl Vesper Lynd, interpretata sul grande schermo da Eva Green.

Ingredienti

  • Gin
  • Vermut dry

Grado Alcolico: 38% Vol
Calorie: 150KCal

  1. Prepara in freezer una coppa cocktail.
  2. Versa in una caraffa di vetro 6 cl. di gin.
  3. Aggiungi 1 cl. di vermut dry e diversi cubetti di ghiaccio.
  4. Mescola con un cucchiaio da bar.
  5. Versa nella coppa freddata, evitando di farvi scivolare il ghiaccio.
  6. Servi il tuo drink, decorando con scorza di limone e con 2 olive verdi sciacquate e infilzate in uno stecchino.

Il regno del cocktail Martini è l’happy hour, io ti aspetto al prossimo appuntamento con una coppa di Manhattan in mano.

Ivan Rey

Ivan Rey è l’anima digitale di Spirit Style, il portale dedicato alla vendita di alcolici e agli appassionati di cocktail, a coloro che amano divertirsi accompagnandosi a buoni drink.

Nato in mezzo ai locali della riviera romagnola, Ivan non poteva non appassionarsi alle allegre atmosfere di happy hour, dance room, mescite colorate e frizzanti. Sarà lieto di accompagnarti tra pozioni, alambicchi, distillati e coppe cocktail, nelle tue personali ricerche alcoliche.

Lo trovi anche su facebook, ma gradirà particolarmente i tuoi commenti a questo post.