SPRITZ. L’aperitivo arancione e una spruzzata di seltz

spritz
Bollicine, vino e liquore aperitivo
Sembra che l’origine dello Spritz nasca dall’esigenza dei soldati austriaci di stanza in Veneto di rimanere sobri, senza perdere l’assaggio dei magnifici prosecchi, eccellenza veneta.

Il sobrio soldato Fritz

Sembra che l’idea base per la preparazione dello Spritz, uno dei drink più richiesti in Italia, sia nata tra la truppa austro-ungarica di stanza nel lombardo veneto all’epoca dell’occupazione asburgica. Probabilmente la ferrea disciplina dei reggimenti austriaci sconsigliava caldamente di farsi trovare anche solo un po’ brilli, durante il servizio. Così, per esser sicuro di non incappare nelle severe punizioni del suo kattifo sergente, il nostro amico Fritz si faceva allungare il prosecchino, con una spruzzata di seltz. Da qui il nome Spritz… vino spruzzato.

Poi arrivarono i moti carbonari, il conte Cavour, le guerre d’indipendenza e il soldato Fritz e soci se ne dovettero tornare dall’altra parte del Brennero.
L’uso di spruzzare il vino però rimase e pian piano i barman veneti cominciarono a sperimentarci sopra, aggiungendo liquori come l’Aperol, il Bitter, il Campari o il Cynar. Negli anni settanta la completa consacrazione, grazie al lavoro di marketing della Aperol.

Preparazione dello Spritz

Lo composizione dello Spritz, pure essendo codificata dallo IBA, può variare in base a tanti fattori, dal tipo di prosecco, al liquore scelto e naturalmente ai dosaggi di ciascun ingrediente. Quella che preferisco è la versione più pop, dove la fa da padrona la semplicità e la simmetria.

Ingredienti

  • Aperol
  • Vino Spumante Secco
  • Seltz (o acqua frizzante)

Grado Alcolico: 10% Vol
Calorie: 40 KCal

Ricetta

  1. Comincia riempiendo un tumbler basso di ghiaccio.
  2. Misura 3 cl di Aperol in un bicchiere graduato e versa nel bicchiere.
  3. Ancora 3 cl di Prosecco e poi 3 cl di Seltz.
  4. Mescola adagio per qualche secondo e servi lo Spritz.
  5. Puoi decorare con due cannucce corte e una fetta d’arancia.

Conclusione

L’aperitivo arancione è consigliato per qualunque momento della giornata, ma il suo regno incontrastato è l’happy hour.
Goditelo, io ti aspetto al prossimo disdicevole appuntamento alcolico, con una Coppa Sombrero.

Ivan Rey

 

 

Ivan Rey è l’anima digitale di Spirit Style, il portale dedicato alla vendita di alcolici e agli appassionati di cocktail, a coloro che amano divertirsi accompagnandosi a buoni drink.

Nato in mezzo ai locali della riviera romagnola, Ivan non poteva non appassionarsi alle allegre atmosfere di happy hour, dance room, mescite colorate e frizzanti. Sarà lieto di accompagnarti tra pozioni, alambicchi, distillati e coppe cocktail, nelle tue personali ricerche alcoliche.

Lo trovi anche su facebook, ma gradirà particolarmente i tuoi commenti a questo post.